Boutique della Fotografia
Via Rembrandt 34
20148 Milano

martedì 2 dicembre 2014

Sono bellissime le fotografie spontanee ed infatti molti colleghi nei loro siti si vantano di realizzarle.
Poi si vanno a vedere le foto....e sono tutte foto in posa.
Perchè?
Un volta gli sposi volevano le foto in posa non solo perchè "si usava" così, ma perchè la diffusione dei mezzi per realizzare le foto era molto inferiore a quella che c'è adesso.
Ora ci sono gli smartphone...e con quelli fotografi ovunque e qualunque cosa e la puoi anche condividere immediatamente.
Come contrapposizione alle foto in posa qualcuno ha iniziato a proporre le foto in stile "reportage", ma ovviamente i risultati sono stati sempre un pò scarsi.
Infatti a nessuno piace farsi fotografare con la bocca aperta, mentre parla o con espressioni "non fotogieniche".
Allora si cerca di prendere un pò in giro le persone, dicendo loro una cosa e facendone un'altra.
Io ho cercato un approccio diverso, alternativo.
Il Fotografo di Matrimonio come fosse una specie di educato e garbato regista.
Che c'è...ma non si vede, come ogni buon "film" che si rispetti.
Non è accettabile che un fotografo professionista torni a casa senza un lavoro per lo meno ben fatto, e non si può lasciare al caso, alla fortuna, alla speranza la realizzazione di belle foto "spontanee".
Ci vuole quindi si un occhio attento, pronto a cogliere o a prevedere le situazioni.
Ci vuole un professionista che sappia esattamente cosa succede o cosa stia per succedere per mettersi al posto giusto nel momento giusto.
Ci vuole qualcuno che sappia però anche stimolare, suggerire, proporre delle situazioni all'interno delle qualil poi gli sposi si muoveranno liberamente.
E saranno fotografati nella loro spontaneità.
Mica facile.Però è quello che io almeno cerco di fare.
Boutique della Fotografia

Nessun commento:

Posta un commento